Frequenze in corto – 2014

 

Il vincitore:

HIDDEN WOUNDS – Deus, di Kaan Tomas (Paesi Bassi)

 

Gli altri corti in concorso:

A.M.A. – Maps, di Alan Masferrer (Spagna)

DANIEL – Deluxe, di Alexandre Vignaud (Francia)

FATHER’S FEELINGS – The Doormen, di Matteo Bevilacqua (Italia)

FUNNY GAMESAidan Bartley, di Facundo V. Scalerandi (Germania)

GOD GAMBLE – Yossarian, di Claudio Sichel (Italia)

HURT – The Blaze, di Jonathan Alric (Belgio)

Clicca qui per vedere Hurt – The Blaze

I FELL – Osk, di Jon Vatne (Norvegia)

MOTORETTA SOCIALE – Fhis, di Filippo Giunti (Italia)

QUERELA – Actionmen, di Pablo Solari (Italia)

SPOOKY ACTIONS IN THE DISTANCE – Exit Hoods, di Ilya Simakov (Usa)

STICK ME IN MY HEART – Archive, di Alex Sufit (Regno Unito)

TERREMOSSE – Rio, di Gianni Gaudenzi (Italia)

TOKOLOSHI – Ovo, di Simona Diacci (Italia)

 

La giuria:

Sara Ardizzoni, musicista

Maurizio Principato, giornalista musicale e radiofonico

Claudia Durastanti, Il Mucchio/Indie for bunnies, scrittrice

Luigi Bertaccini, dottore della musica

Ale Monogawa, booking agent

Titta, musicista

Commenti chiusi