Premio Giuseppe Maestri – 2011

Il vincitore:

CUL DE BOUTEILLE di Jean-Claude Rozec, Francia
E’ all’Università di Rennes 2, che Jean-Claude Rozec realizza i suoi primi lavori. Nel 2001 partecipa alla creazione della Blink, una associazione che produrrà molti film d’animazione. Dal 2002 lavora come story-boarder e realizza le animazioni per serie e cortometraggi. Nel 2003 corealizza con Julien Leconte “Dame Saccharine” e “Chevaliers”, due disegni animati che saranno selezionati in numerosi festival. Con “The perfect weapon” ottiene il terzo premio della giuria e il premio del pubblico al festival Edit 8 di Francoforte nel 2005. Nel 2008 realizza la grafica della serie “Ar re shlak”, scritta da Christophe Lemoine, e ne realizza i primi 19 episodi. Dopo “Monstre Sacré”, firma “Cul de bouteille”.

A causa della sua grave miopia, Arnaud deve portare gli occhiali. Ma a lui non piacciono. Arnaud preferisce il mondo confuso e multiforme della sua miopia, un mondo popolato da fantastiche creature e mostri, creato come per magia dalla sua immaginazione.

Hanno partecipato:

PUÑETERA Y PELOTERO di Marcos Busatori Mentesinos, Spagna
Ha lavorato a molti cortometraggi di animazione, come “Manipai”, selezionato al Goya nel 2003, “La Dama en el Umbral”,premio speciale della giuria ad Annecy nel 2008, “El Príncipe de las Basuras”, Gran Premio Art Futura 2008. Con “Puñetera y Pelotero” si dà per la prima volta anche alla produzione. Attualmente sta lavorando al cortometraggio “Culpable hasta la muerte”.

La lotta tra uno scarafaggio e una mosca per impossessarsi di ciò che entrambi vogliono di più: una palla di sterco.

VICENTA di Sam Orti Marti, Spagna
Quando Alfredo muore senza rivelare a sua moglie dove ha nascosto la favolosa fortuna vinta anni prima alla lotteria, Vicenta cercherà ovunque il nascondiglio, arrivando anche a chiederlo al suo defunto marito.

BIRDBOY di Pedro Rivero e Alberto Vázquez, Spagna
Pedro Rivero: Nato a Bilbao nel 1969. Presidente dell’associazione degli sceneggiatori baschi dal 2002 al 2008. Sceneggiatore di diverse serie tv animate e del film “Goomer”, vincitore del premio Goya. Produttore, direttore e sceneggiatore di “La crisis carnívora” (2007), il primo lungometraggio spagnolo in Flash animation. Autore di commedie teatrali e fumetti. ALBERTO VÁZQUEZ: Nato a Coruña nel 1980. Autore di fumetti, lavora per il quotidiano “El País” e per alcune riviste internazionali. Cinque suoi graphic novel sono stati pubblicati in Spagna, uno anche in Francia.

DAS LETZTE SCHLACHTFELD (CAMPO DI BATTAGLIA) di Wulf Bolte e Nico Vogelsang, Germania
DAS LETZTE SCHLACHTFELD (CAMPO DI BATTAGLIA) di Wulf Bolte e Nico Vogelsang, Germania WULF BOLTE: Nato nel 1980 a Iserlohn, ha studiato Ingegneria Elettronica e Informatica, poi Design della Comunicazione Multimediale all’Università di Scienze Applicate e Arti di Hannover. NICO VOGELSANG: Nato nel 1978 a Osnabrück, ha studiato Design della Comunicazione Multimediale all’Università di Scienze e Arti applicate e nel 2005 ha fondato ad Hannover la società di grafica e motion design Tonic Trix GbR Animazione cinematografica di un antico campo di battaglia con un finale a sorpresa.
DIE NACHTIGALL UND DIE ROSE di Larisa Lauber, Germania
Nata a Berlino il 20 maggio 1976, ha lavorato a diversi lungometraggi e ai cortometraggi “Fileas Frog“ e “Die nachtigall und die rose”.

Un giovane studente sta disperatamente cercando una rosa rossa, con la quale spera di riuscire a conquistare una ragazza. Un usignolo vuole aiutarlo, ma per farlo deve prendere una decisione molto importante.

ERINTES di Ferenc Cakó, Ungheria
Nato a Budapest nel 1950, grafico, pittore, scrittore, regista di film d’animazione. Tra il 1973 3 il 1991 ha lavorato per il Pannonia Film Studio, come animatore, disegnatore e regista. Nel 1988 ha realizzato il film d’animazione “Ab Ovo”, vincitore della Palma d’Oro a Cannes; nel 1994 “Ceneri”, nel ricordo di sua madre, vincitore dell’Orso d’Oro a Berlino. Ha poi dato vita a un suo studio, dove ha realizzato molti film d’animazione. Dal 2010 lavora come docente e tiene delle lezioni a Sopron, in Ungheria, presso l’Istituto di Arte Applicata dell’Università degli Studi di West-Ungheria. In questo film di animazione “a sabbia”, Ferenc Cakó guarda a suo padre, che era un artista. Non è però un tradizionale film biografico, è la ricerca di una guida artistica che coinvolge le profondità e le altezze delle emozioni nel labirinto della società e dei rapporti uomo – donna. La ricerca dell’espressione di sé, la scoperta di una voce interiore di ispirazione.

MEU MEDO di Murilo Hauser, Brasile
Nato in Brasile nel 1981. Lavora per il cinema e per il teatro. Nel 2008 è stato primo assistente alla regia del lungometraggio “Sun Stroke”, di Daniela Thomas e Felipe Hirsh, premiato al festival del cinema di Venezia del 2009. Il suo ultimo cortometraggio, “Silence and Shadows”, è stato selezionato da diversi festival e ha vinto il premio come miglior corto brasiliano di animazione al festival “Curta” di Rio de Janeiro. Attualmente sta lavorando al suo primo lungometraggio.

Indipendentemente da cosa è causata, la paura porta spesso ad acutizzare i sensi della vista e dell’udito. L’essere impaurito in un primo momento è fermo come una statua. Poi il cuore comincia a battergli velocemente e violentemente, il respiro diventa affannoso, le pupille si dilatano, gli occhi si spalancano.

ON THE WATER di Yi Zhao, Paesi Bassi
Nato in Cina il 25 marzo 1976. Dopo anni di lavoro come ingegnere, nel 2006 ha cominciato a studiare animazione alla Akv St. Joost, di Breda, nei Paesi Bassi. Si è diplomato nel 20010 e attualmente lavora come freelance allo sviluppo dei suoi progetti.

La vita come un lungo viaggio in una barca a remi, talvolta in una placida corrente, talaltra in mezzo a una pericolosa tempesta.

PIXELS di Patrick Jean, Francia
Ha cominciato alla Buf company, dove ha lavorato come 2D e 3D graphic designer per la pubblicità e il cinema. Come regista ha poi realizzato i cortometraggi “Theo” e “Pixels”, ispirato ai videogame della sua infanzia; dopo la messa on line su Internet è stato visto un milione di volte in 24 ore e ha vinto diversi premi in vari festival in tutto il mondo. Sony Pictures, Warner e Dreamworks si sono dette interessate a farne un lungometraggio.

Una invasione di pixel killer, alla conquista di New York e del mondo.

LA GIURIA

Angelina Tienghi Maestri
Alessandra Dragoni, Fotografa
Diego Galizzi, Conservatore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo
Camilla Panebarco, Della Panebarco & C.
Claudio Spadoni, Direttore del Museo d’Arte della città di Ravenna

I commenti sono chiusi