Made in Italy – 2017

Il riconoscimento al miglior cortometraggio italiano.

 

La Giuria:

GIANLUCA MOROZZI – Scrittore e sceneggiatore.

CORRADO RAVAIOLI – Giornalista ed esperto di comunicazione.

YACINE FALL – Partecipante al progetto “Pia Soncini – per la formazione del giovane fruitore e operatore culturale” dell’Unione italiana circoli del cinema.

 

Il vincitore:

PENALTY di Aldo Iuliano
In un paese del Sud del mondo, un gruppo di amici raggiunge una spiaggia per imbarcarsi e lasciare clandestinamente la propria terra, ma solo a cinque viene concessa la possibilità di tentare questo viaggio della fortuna.

Aldo Iuliano

Nato a Crotone il 18 giugno 1980, laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sui punti di contatto tra film e fumetto, ha iniziato la sua carriera artistica come disegnatore. Tra i suoi ultimi cortometraggi, selezionati e premiati in molti festival nazionali e internazionali: “Fulgenzio”, “Natalino”, “Tattoo”, “In fila per due”, “La lezione”, “Hakunamatata”. Ha anche lavorato per la tv, realizzato spot e web series. Dal 2015 è docente di regia alla Film Academy Romeur e quest’anno è stato invitato a tenere una master class al prestigioso Pembroke college di Oxford. Attualmente sta lavorando al primo progetto di lungometraggio.

Penalty-Aldo-Iuliano

AGATA di Giacomo Boeri
Uno strano bidone viene per sbaglio consegnato ad Agata, una solitaria quarantenne. L’oggetto si rivela essere un kit per l’inseminazione artificiale che le donne possono fare da sole.

Giacomo Boeri

Giacomo Boeri si laurea in Media e Marketing nel 2008, poi frequenta la New York Film Academy. Nel 2009 si trasferisce a Londra e completa gli studi alla London Film School. Lo stesso anno gira “Antenna”, in collaborazione con la National Gallery, e il cortometraggio “Big Ben”, selezionato da diversi festival e vincitore del MyMovies a Milano. Nel 2011 si laurea con il film “Blue Tie”, selezionato da diversi festival. Comincia a lavorare come regista di spot e videoclip, tra Milano e Londra. Nel 2012 fonda la sua compagnia di produzione, “The Blink Fish”. Nel 2014 codirige il documentario “Il Salotto dei Milanesi”, sul restauro della galleria Vittorio Emanuele. Lo stesso anno dirige il documentario “512 Hours”, sulla nuova performance dell’artista Marina Abramovic, in collaborazione con Illy caffè e BBC. Tra giugno e settembre 2015 dirige con Matteo Grimaldi il documentario “The Flying Gardeners”.

Agata-Giacomo-Boeri

AMIRA di Luca Lepone
Una giovane donna cammina velocemente per le strade di una grande città. D’un tratto si ferma, respira, sorride e comincia a muoversi senza senso, preda di un’apparente lieve follia. Si muove tra la gente che passa indifferente e che ha tempo solo per giudicarla folle.

Luca Lepone

Luca Lepone nasce a Roma nel 1976. Dopo la maturità classica si iscrive a scienze biologiche. Durante gli anni di università approfondisce quelle che sono le sue vere passioni cominciando dalla fotografia, la camera oscura, il cinema, la musica. Forma un gruppo, i Maneki-Neko, con cui incide un demo. A 23 anni vince una selezione per aiuto regista in Rai ed entra a far parte dell’azienda, per cui tuttora lavora. Poi diventa filmaker, montatore, regista e realizza video per televisioni ed eventi. Nel frattempo continua a formarsi e a frequentare corsi e workshop di regia e sceneggiatura. Nel 2015 conosce Paola Randi, proprio in un workshop da lei tenuto, con la quale scrive e produce il suo primo cortometraggio, “Amira”.

Amira-Luca-Lepone

CENTRO BARCA OKKUPATO di Adam Selo
Un gruppo di “giovani anziani” decide di occupare il circolo ricreativo che frequenta quotidianamente: Franco, il proprietario, li vuole cacciare a causa di alcuni mancati pagamenti di affitto, ma Antonio, il capo dei “rivoluzionari”, e gli altri compagni non ne vogliono sapere.

Adam Selo

Adam Selo è nato a Napoli il 20 dicembre 1979. Dopo essersi laureato nel 2006 in Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo indirizzo Cinema presso l’Università di Bologna, ha continuato a vivere nel capoluogo emiliano romagnolo dove, dal 2004, è tra i responsabili della EleNfant FilM, casa di produzione indipendente, con la quale produce e dirige opere cinematografiche, spot e videoclip. E’ regista, produttore e distributore indipendente. Da regista ha ottenuto riconoscimenti sia per i lavori girati nel periodo in cui ha vissuto in Messico (2007-2010, “Ramiro” e il documentario “Playing Maruata”) che per quelli girati con la EleNfant Film in Italia (“Sayonara Nippon” e il più recente “Sexy Shopping”).

IL SILENZIO di Ali Asgari e Farnoosh Samadi
Fatma e sua madre sono curde, rifugiate in Italia. Durante una visita dal medico, Fatma deve tradurre ciò che il dottore dice alla madre, ma la bambina rimane in silenzio.

Ali Asgari e Farnoosh Samadi

Iraniani, entrambi hanno studiato in Italia. Hanno collaborato insieme a “More Than Two Hours”, che è stato in concorso al Festival di Cannes nel 2013. Farnoosh Samadi ne è stata co-autrice e Ali Asgari regista. Hanno poi lavorato insieme ad altri quattro cortometraggi diretti da Ali Asgari, tra cui “The Baby”, presentato alla Mostra di Venezia 2014 nella sezione Orizzonti. In “Il Silenzio” si sono dedicati entrambi alla regia; il corto è stato prodotto da Giovanni Pompilli (Kino Produzioni) e co-prodotto da Olivier Chantriaux (Filmo); è stato in concorso all’edizione 2016 del festival di Cannes.

Il Silenzio | Ali Asgari | Farnoosh Samadi

LA VIAGGIATRICE di Davide Vigore
Si può rubare ad una ragazza la sua giovinezza? Hind lavora da anni come badante in casa di una signora anziana, trascorre le sue giornate facendo sempre le stesse attività, la sua è una routine infinita fatta di giorni uguali, vivendo così in un presente continuo, nella spasmodica attesa di qualcosa, di qualcuno. La sera, dopo aver messo a letto l’anziana signora, si rifugia nella sua camera piena di sogni. Sarà proprio l’anziana donna a farle capire l’importanza della giovinezza.

Davide Vigore

Davide Vigore, regista e sceneggiatore, è nato a Enna nel 1989. Dal 2010 al 2013 ha realizzato i suoi primi cortometraggi (“Amira”, “I Lamenti del Convento”, “Italia”, “Cortocircuito”, “Ego Te Absolvo”) il videoclip “Li Culura” e lo spot per Enel Green Power “Ciaula scopre la luna”. Nel 2013, 2014 e 2015 realizza rispettivamente i documentari “Chi vuoi che sia”, “Fuorigioco” e “La compagna solitudine”, prodotti dal Centro Sperimentale di Cinematografia durante gli anni di studio. Nel 2016 è stato presentato alla Mostra del cinema di Venezia il suo ultimo film “La Viaggiatrice”.

La Viaggiatrice | Davide Vigore

MARIA di Francesco De Falco
Anna è una maestra delle elementari, non ha mai avuto figli. Un giorno, improvvisamente, il suo desiderio di maternità è esaudito. Ma in cielo il sole sta per essere oscurato; un’eclissi toglierà luce, facendo diventare le acque buie e torbide…

Francesco De Falco

Diplomato all’istituto d’arte Filippo Palizzi di Napoli, con specializzazione in “Architettura e arredamenti”. Iscritto al corso “Archeologia e storia antica” della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli Federico II. Tra i suoi ultimi lavori: regia e montaggio del lungometraggio “V.I.T.R.I.O.L.”; regia e sceneggiatura del documentario “Giordano Bruno e i Rosa Croce”

Maria | Francesco De Falco

MATTIA SA VOLARE di Alessandro Porzio
Mattia si sente come un canarino che non sa volare. Ma forse è solo una questione di coraggio.

Alessandro Porzio

Originario della Puglia, ha scritto e diretto “Rumore Bianco”, selezionato ai Nastri d’Argento nel 2013 e vincitore del premio della giuria al Bif&st Bari International Film Festival. Nel 2013 ha diretto “Niente” con Filippo Gili e Vanessa Scalera, vincitore di importanti premi internazionali come lo European Shorts Amarante in Portogallo. “Mattia sa volare” ha rappresentato l’Italia all’ultima edizione del festival di Clermont-Ferrand

Mattia sa volare | Alessandro Porzio

 

I commenti sono chiusi