Premio Giuseppe Maestri – 2013

 

Il vincitore:

ON/OFF di Piotr Ludwik (Polonia)
Nato a Bialystok (Polonia) nel 1988, con Seba Lukaszuk ha realizzato il suo primo film animato amatoriale intitolato “Fai agli altri ciò che vorresti gli altri facessero a te”. Poi è cominciata la sua avventura con lo studio di animazione Asp di Poznan, durata fino al 2012. Tornato a Bialystok, con il supporto della Se-ma-for ha creato “On/Off”, un prodotto ormai quasi professionale. Sempre per la Se-ma-for ha lavorato come animatore alla produzione di “Flapper the Hare”, un lavoro completamente professionale.

Mister Potato vive nel tradizionale appartamento della nonna, stracolmo di oggetti. Una terribile carta da parati verde alle pareti, la tv in ogni stanza e alcuni accorgimenti tecnologici che gli permettono di non perdere tempo a farsi la barba, cucinare, lavare, uscire per comprare la birra. Perché sprecare il tempo se si può trascorrerlo a guardare la tv?

 

Premio Giuseppe Maestri Giovani:

LA BOÎTE di Marie Bouchet (Francia)
Giovane regista francese (1989) ha studiato disegno e animazione a Nantes. “La boîte” rappresenta la sua tesi di laurea. Ha lavorato a un corto animato di Lorenzo Mattotti e al lungometraggio “Loulou, l’incroyable secret”. Ora si sta dedicando a un suo cortometraggio.

Louise confida i suoi segreti, dolori e paure a una piccola scatola nascosta sotto il suo letto. Una notte una strana creatura esce dalla scatola…

 

I cortometraggi in concorso:

PRETI di Astutillo Smeriglia (Italia)
Nato a Pavia nel 1972, si occupa di animazioni e montaggio. I suoi cortometraggi sono stati selezionati e premiati in numerosi festival nazionali e internazionali. Nel 2011 e nel 2012 ha vinto il premio per il miglior corto di animazione ai Nastri d’Argento.

La nascita di una grande amicizia tra due preti un po’ omofobi.

AFTER YOU di Damien O’Connor (Irlanda)
Nato nel 1972, ha scritto e diretto tre cortometraggi che hanno ricevuto diversi premi: “Mutt” (1996), “Ledog” (2004) e “Dick Terrapin” (2005). Ha lavorato come tecnico del montaggio a “Oliva The Pig”, “Noddy” e “The Octonauts”, è stato supervisore delle riprese di “Doc McStuffins” per la Disney e ora lavora come supervisore dello storyboard per la Brown Bag Films di Dublino.

Sessant’anni di vita di un portiere d’albergo a Dublino.

DESTINY di Fabien Weibel (Francia)
Nato a Nyon (Svizzera) nel 1989. Nel 2009 si è diplomato alla Scuola superiore di animazione e grafica 3d di Lione (Francia). Tra i suoi obiettivi per il futuro c’è quello di partecipare alla lavorazione di un lungometraggio.

Mentre va al lavoro, un uomo viene investito da un autobus. Sarà condannato a rivivere continuamente quella mattina finché non riuscirà ad evitare l’incidente.

JIM’S TIE di Thomas Digiacomi, Nicolas Millot, Jérémy Sanchez Romero, Alain Thay, Leïda Vincent (Francia)
Hanno tutti frequentato la Esma, Scuola superiore di belle arti francese.

Jim, un venditore di cravatte porta a porta, suona alla casa di un uomo che sta tentando di suicidarsi. Cercherà di fargli ritrovare la voglia di vivere con le sue argomentazioni da venditore.

ONCE UPON A TIME di Pieter de Poortere, Christocher Bolland, David Collet, Morgane Delcourt, William Denis, Mathieu Godet, Antoine Tack, jonas Wimart (Francia)
Dickie, principe affascinante ma non dotato di molti talenti, deve trovare una principessa se vuole ereditare il trono del padre. Per questo attraversa l’intero regno e tenta con tutte le principesse del repertorio classico delle favole prima di trovare, alla fine… la bambola dei suoi sogni.
OUTRO HOMEM QUALQUER di Luis Soares (Portogallo)
Nato a Lisbona nel 1981. Ha studiato illustrazione e fumetto alla Arco; cinema, animazione e stop motion all’Accademia di belle arti di Lisbona. Ha frequentato diversi workshop e corsi di formazione per l’utilizzo di software per la stop motion e l’animazione dihitale in 2d. Come insegnante, è stato responsabile di alcuni seminari tenuti all’Accademia di belle arti di Lisbona. Dal 2006 lavora come disegnatore in cortometraggi, programmi televisivi e video promozionali. Ha appena terminato il suo primo film, ‘Any Other Man”.

Un uomo comune, seduto al solito caffè, fuma e osserva. La città va e viene attraverso la finestra del bar. Tra l’uomo e la città si stabilisce un meccanismo di connessioni, che compone una nuova architettura di osservazioni, ricordi e desideri, dei quali resterà solo una breve traccia.

THE GIFT di Iulio Pot (Cile)
È entrato nel mondo dell’animazione con la serie cilena “Villa Dulce”, alla quale ha lavorato come disegnatore. Nel 2006 ha vinto il terzo festival del cinema digitale con il cortometraggio “Don Floridor”. Nel 2007 è stato invitato a dirigere la versione cinematografica della serie “Pulentos’. Nel 2008 è tornato al suo ruolo art director per serie come e “MundoAzù” e “Renata”. Nel 2011.ha vinto il festival “Noche de monos” con un “mini” cortometraggio intitolato “Inverse Sicology”. Insegna animazione all’università Uniacc in Cile.

La storia di una coppia normale. Lui le regala una piccola sfera estratta dal suo petto e lei non riesce a stare senza il suo nuovo regalo… nemmeno quando il rapporto finisce.

MERCI MON CHIEN di Nicolas Bianco-Levrin e Iulie Rembauville (Francia)
Nicolas Bianco-Levrin è nato a Parigi nel 1979, diplomato alla Scuola superiore di arti grafiche Duperré di Parigi. Nel 2002 ha pubblicato il suo primo libro illustrato per bambini, “Simon sans nuit’, e ha ottenuto il premio Octogone del Centro internazionale di studi sulla letteratura per l’infanzia. Da allora pubblica regolarmente libri per l’infanzia di cui è autore e illustratore. Con Julie Rembauville realizza film di animazione. Attualmente stanno lavorando alla serie “Kroak”.
Julie Rembauville è nata nel 1982, ha studiato letteratura alla Sorbona, dove è anche diplomata in discipline audiovisive. Durante gli studi ha realizzato molti cortometraggi, in particolare di animazione. Nel 2003 ha pubblicato il suo primo libro per l’infanzia, illustrato da Nicolas Bianco-Levrin. Insieme hanno dato vita ai libri-dvd della collana “Collection du nuage”. Il libro “La rue et le Machino”, accompagnato da film “Le Machino”, ha vinto nel 2006 il premio Octogone del libro-dvd del Centro internazionale di studi sulla letteratura Per l’infanzia. Nel 2007 ha realizzato il documentario “Yermandé et puis voilà”, un tuffo nell’universo musicale della medina di Dakar.

Stasera il cane Fifi è obbligato a leggere il giornale sotto il tavolo durante la cena. Ma tra la mamma, il papà e i bambini Tommy e
Zoe l’atmosfera è elettrica e la lettura diventa davvero complicata.

 

La giuria:

Angelina Tienghi Maestri

Alessandra Dragoni, fotografa

Diego Galizzi, conservatore del Museo civico delle Cappuccine di Bagnacavallo

Gianluca Morozzi, scrittore e sceneggiatore

Davide Reviati, fumettista

I commenti sono chiusi